Barre strutturali borse - motor

Cruiser and Chopper
Customization
a cura di Marcello Savoldi
Vai ai contenuti
barre strutturali
per borse e schienale
su VN1700
Molti custom escono di fabbrica in diverse versioni:
Le Tourer, che hanno già la predisposizione per borse e schienalino, attente al confort del passeggero e con alcune modifiche per l'alloggiamento di vani portaoggetti.
Le classiche , che nascono con il minimo indispensabile , le piu customizzabili, xchè nate per essere minimaliste.
Per i primi casi c'è poco da dire... sono "già fatte"!, per le seconde bisogna pensare a qualcosa per addattare gli accessori senza però rovinare l'estetica della moto, nata per essere "essenziale".
Ecco che da queste considerazione nasce la necessità di avere un buon supporto per ancorare i nostri accessori .
Sicuramente ogni modello ha una struttura che le consente di assemblare come optional uno schienalino ( o sissybar)



L'idea principale è quella di creare una barra da attaccare con opportune boccole distanziatrici a questi attacchi già presenti nella moto, e "predisporre" tali barre  per l'ancoraggio di tutti i supporti e optional che desideriamo....
Solitamente la predisposizione che vogliamo quasi tutti , è la possibilità di poter montare delle baarre salvabisacce, ossia dei supporti che posso servire per assemlare delle borse piu o meno rigidamente al telaio, con la importantissima funzione di mantenere le borse lontane dalla ruota che gira!



La costruzione della "barra" può essere piu semplice di quello che si pensa, basta armarsi di pazienza, di una mola da taglio/smerigliatrice e un trapano.
Nella foto sopra un esempio di una barra creata da un angolare di ferro poi verniciato di nero ( il ferro è molto piu facile da lavorare, ma deve essere trattato per evitare che arrugginisca con vernici o ancora meglio finiture superficiali come cromatura, zincatura o altro...)

Verificate attentamente la posizione della staffa che andrete a costruire, aiutandovi prima con delle sagome di cartone.
fate semmai delle prove con degli angolari di alluminio, molto semplici da lavorare e dutili, in questo modo potrete anche verificare i vari ingombri montando fisicamente il vostro prototipo sulla moto.

COSA VERIFICARE e COME PROCEDERE:
- innanzi tutto prendete bene l'interasse dei fori dove andrete ad ancorarvi , e verificate che siano parte del telaio della moto in modo da avere un ancoraggio solido.
- Verificate i vari ingombri utili, tenendo presente dell'escursione della moto dovuto dagli ammortizzatori ( fate sedere un passeggero piuttosto pesante e verificate gli ingombri  con la moto carica)



- Scegliete il materiale appropriato in base a cosa volete montarci. L'acciaio non inossidabile va bene se può essere trattato ( cromatura, verniciatura , zincatura, etc...), l'Inox è sicuramente la scelta migliore, molto resistente e non necessita di finiture, ma ha suo sfavore il fatto che è lavorabile un pò piu difficilmente ( ma niente di cosi impossibile!)

Sicuramente la "barra" può avere diversi utilizzi: la possiamo usare per togliere e mettere diversi oggetti come le barre salvabisacce, uno schienalino per il passeggero , ma anche per il pilota, delle maniglie per il passeggero etc...

Alla base sta sicuramente una buona progettazione, in modo da immaginare tutti i possibili usi e creare i diversi ancoraggi come predisposizione per tutti i nostri accessori: basta un foglio di carta e una penna o chi vuole può usare il computer.
Io , essendo il mio lavoro, progetto usando il PC.
Ecco di seguito un esempio di progetto dove ho ipotizzato tutti gli utilizzi che potrei fare con la mia barra:





PROGETTO PER VN1700

Qui a lato potete vedere il progetto che ho fatto per realizzare delle barre strutturali su un Vn1700.

Progetto e costruzione ideale :
Il materiale scelto è acciaio Inox 316 ( ma anche un 308 va benissimo).
Vi serve un materiale resistente se volete usare queste barre per attaccarci varie cose.
Può essere eseguita in diverse maniere, io ho optato per una progettazione e costruzione ottimale, partendo da una barra piena e lavorandola alla fresa CNC , ho creato i fori con le lamature per incassare le viti UNI5931 ( esagono incassato) e degli scarichi nella parte non visibile semplicemente per scaricare il peso mantenendo la struttura solida.
Le varie forature sono state predisposte per diversi usi, ma voi potete ipotizzare quelli che volete. Se date un occhiata alla figura 1 qui ha lato , si capisce chiaramente quli fori sono da utilizzare per attaccare le barre alla moto, quli servono per attaccare il salvabisacce ( trovate il progetto in questa sezione) e quali fori ho fatto in piu per future idee.

Le boccole che vedete nella Figura 3 hanno gli scassi per una predisporre uno schienalino a sgancio rapido di cui trovate il progetto nel sito, potete variare la forma se lo ritenete, ma importanti sono le lunghezze e il diametro per la vite da M8 per attaccarsi al telaio. Per il diametro esterno vi consiglio di non rimpicciolire di molto il diametro indicato, in quanto diminuirete anche la superficie di appoggio, rischiando di creare sollecitazioni pericolose che potrebbero piegare le boccole. Il materiale è il solito INOX 316.

Progetto e costruzione economica :
In ogni caso potete anche semplificare il progetto, eliminando gli scarichi di alleggerimento e creando le vostre barre usando dei piatti commerciali di
inox opportunamente arrotondati e smussati ( vi conviene tracciare i fori prima di eseguire gli arrotondamenti).
Potete tagliare le barre a misuta e poi unirle con una morsa ed eseguire gli arrotondamenti con una smerigliatrice su entrambe i pezzi, affinche i pezzi destro e sinistro risultino uguali.





Potete in ogni caso prendere esempio dal progetto che vedete qui a lato (figura 2)
Le misure principali sono quelle di assemblaggio alla moto ( dimensioni di massima e fori per le viti ( vedi fig.1) , le altre possono variare.
Considerate il fatto che ho fatto una ricerca accurata, per verificare i vari ingombri, pesi ed eventuali collisioni durante il movimento della moto, quindi se variate il progetto tenete presente di verificare il tutto!
FIGURA 1
FIGURA 2
FIGURA 3
by Marcello Savoldi
Privacy Policy
Torna ai contenuti