presa accendisigari - motor

Cruiser and Chopper
Customization
a cura di Marcello Savoldi
Vai ai contenuti
PRESA ACCENDISIGARI
(ALIMENTAZIONE USB)
Impianto supplementare motociclo
Avete un navigatore e non sapete come ricaricarlo mentre andate in moto?
Il cellulare si è scaricato e siete a centinaia di km da una presa di corrente?
Per ovviare al problema, basta attaccare una presa di corrente 12V alla moto ( tipo accendisigari da auto)
Per prima cosa procurarsi l'occorrente:
- una presa 12V "accendisigari"...
- del filo elettrico ( da 1,5 è piu che sufficiente)
- dei morsetti a crimpare Maschi e femmine
- degli occhielli a crimpare
- Nastro adesivo
- spellafili/crimpatrice
- Relè 12V 40A da automotive ( da macchina/moto)
- Portafusibili e fusibili 5 e 15A
- cacciavite
- saldatrice a stagno
- stagno



opzionale:
- Un LED stagno
- un interruttore 12V on-off stagno, o con cappuccio stagno
- trapano
- silicone o pistola a caldo

L'impianto base è molto semplice...noi partiamo dal fatto che dobbiamo prendere corrente dalla batteria e portarla all'accendisigari.



Ora però serve interrompere il filo per poter accendere e spegnere l'accendisigari ( o resterebbe sempre acceso!)
Per far cio dobbiamo considerare che la corrente che da energia è il "+" , ed è quello che dobiamo interrompere con un interruttore.
Il "-" della batteria ( essendo corrente senza potenza) è normalmente attaccata al telaio.... : quindi per avere corrente basta avere un cavo che esce dalla batteria "+" e un cavo a contatto con una parte del telaio non verniciata!



Bene... ci siamo quasi...
Ora dobbiamo fare in modo che l'interruttore si accenda quando giriamo la chiave...
Per far ciò usiamo un relè (vedi qui)

lo posizioniamo nell'impianto come se fosse un interruttore, esattamente nello stesso punto dell'interruttore disegnato sopra...

Ora lo dobbiamo eccitarlo per azionalro..
Bisogna trovare un cavo "+" in cui passi corrente solo quando giriamo la chiave.... per esempio un cavo delle luci.
Per eccitare il relè, la corrente delle luci deve "entrare" ed uscire.... e, come già detto, possiamo farla uscire attaccandoci al telaio (-)



Come è chiaro dal disegno , quando giriamo la chiave si accenderanno le luci...e rubando una piccolissima quantità di corrente alle luci possiamo dire al relè di fa passare la corrente piu alta per l'accendisigari/presa USB.

Ultimo step è quello di mettere in sicurezza il nostro impiando con un fusibile! Questo per evitare di far saltare l'impianto intero per qualche nostro errore.
interponiamo un portafusibili con un fusibile da 5A tra batteria e relè, in questo modo qualsiasi cosa succeda blocchiamo la corrente senza creare danni ( ossia in caso di corto, salterà il fusibile , che potremmo cambiare non appena scoperto il motivo del corto)

Se vogliamo fare un lavoro ad OK, possiamo anche mettere un interruttore manuale per accendere e spegnere l'accendisigari anche a chiave girata.

Ulteriore chicca, potremmo interporre un LED per capire quando passa corrente nell'accendisigari ( che si accende quando passa corrente...



Di seguito un immagine di come ho eseguito l'impianto sopra descritto nel vano per gli attrezzi di una Kawasaki VN900.
le foto sono di un VN, comunque il concetto si può estendere ad ogni moto.

L'interruttore e il led sono stati messi su una fiancatina, relè e fusibili nella cassetta dei ferri.

L' accendisigari nautico è stato fissato su una staffa fai da te in alluminio, lucidata a specchio e montata sul manubrio utilizzando le stesse viti dei risers originali.

by Marcello Savoldi
Privacy Policy
Torna ai contenuti