schienalino sgancio rapido - motor

Cruiser and Chopper
Customization
a cura di Marcello Savoldi
Vai ai contenuti
Schienalino sgancio rapido
su VN1700
Introduzione
Chi ha una moto senza schienalino passeggero è perchè ha scelto uno stile Classic, e quindi la moto la trova piu bella senza tanti amenicoli...
Ecco perchè qui nasce l'idea di avere uno schienalino che si possa agevolmente levare e montare solo all'occorenza.

Ho pensato parecchio come poter eseguire un "clac" sicuro, ma alla fine ho riflettuto che non potevo fare una cosa molto complessa, perchè si rischiava di diventare irrealizzabile nell'officina sotto casa, anche se con l'avvento di internet non è cosi difficile spedire un progetto on-line e farselo recapitare a casa già bello finito.
Ecco che ho optato per definire "uno sgancio rapido" un particolare meccanico che si potesse svitare con 2 viti posizionate in una zona semplice ed agevole.
Per capire meglio procederei per gradi, spiegandovi il principio del progetto, in modo da poterne carpire il concetto e poi esprimerlo in sostanza secondo le proprie capacità e possibilità.
Concetto
Il concetto è partito copiando gli schienalini aftermarket che troviamo in commercio, e piu precisamente uno schienalino della Highwayhawk già in mio possesso:

Avendo già il pezzo in questione , ho deciso di studiare solo la parte in lamiera e recuperare la barra con l'imbottitura dello schienalino.

Di seguito il concetto che ho poi realizzato:

Con questo sistema avrei avuto solo un fissaggio per parte e avrei creato una struttura abbastanza resistente  da poter resistere alle solleccitazioni create dal passeggero durante l'appoggio della schiena allo stesso e creato anche un buon sostegno per un eventuale portapacchi, in quanto le forze in gioco vengono ben distribuite fissando lo schienalino rigidamente.

Questo mi avrebbe consentito di creare un semplice pezzo di lamiera tagliato al laser ( ormai non è difficile trovare qualcuno che lo faccia )
Io avevo creato custom anche i supporti ( vedi QUI), e quindi avevo le misure che mi ero deciso per l'interasse dei fori, ma seguendo lo stesso concetto si può adattare l'idea ad un supporto esistente o crearne uno a piacimento.
Anche la parte tubolare si può costruire a piacimento, io ho riutilizzato quella che avevo già, quindi ho preso le misure per adattare il mio schienalino Highway Hawk alla mia moto utilizzando i nuovi supporti per lo sgancio rapido.


Ora di seguito cercherò di spiegare il concetto, per capirne il funzionamento e poterlo poi sfruttare per adattarlo ad altre moto o creare progetti che si adattano alle proprie esigenze.


Le boccole
Per le boccole da fissare sulla barra laterale consiglio l'acciaio inox, in quanto ha una buona resistenza meccanica, è resistente all'usura da strisciamento e non si ossida.
Consideriamo il fatto che uno schienalino a sgancio rapido potrà essere rimosso e montato parecchie volte, quindi necessitiamo di materiali che non si "consumino" durante lo strisciamento.
Come è facile da intuire , la boccola fissata per mezzo di una vite a telaio sarà sollecitata per un minimo anche a flessione, quindi bisognerebbe cercare di limitare al minimo necessario la lunghezza di quest'ultime ( vedi "B" nell'immagine sotto) , tenendo in considerazione ovviamente gli spazi minimi di manovra delle piastre del sissybar( vedi "m" e "n") che dovranno essere libere di muoversi durante "lo sgancio rapido".


La lamiera della struttura dovrà scorrere su un binario che sarà realizzando facendo una gola nella boccola. Questa gola dovrà essere il piu precisa possibile per garantire buona rigidità ed evitare movimenti trasversali che a lungo andare possono creare problemi.
Di seguito il disegno delle boccole che ho creato io, considerando un supporto creato con una lamiera da 4mm di spessore.
Supporti in lamiera
Le lamiere per la costruzione dei supporti èho preferito utilizzare inox 316 (va bene anche 308), oltre ad avere una maggiore resistenza all'ossidazione sono molto piu predisposti alla lucidatura a specchio. Sconsiglio vivamente la cromatura sulla lamiera di acciaio dolce, in quanto la sollecitazione elastica che subisce la lamiera durante l'uso dello schienalino potrebbe criccarla , sfolgiandola nei punti di piega.
La forma della lamiera è data dalla vostra fantasia, ma in ogni caso è consigliato mantenere l'asse dello schienalina piu vicino al foro posteriore perchè le maggiori sollecitazioni sono da questa parte.

La lamiera che ho usato è in acciaio inox AISI316 spessa 4mm, ma onestamente mi sono tenuto largo, anche un 3mm è sufficiente per lo schienalino singolo, se invece volete mettere anche un portapacchi, allora vi consiglio un 4mm per viaggiare in tutta sicurezza.
Le misure per le pieghe dipendono dalla distanza disponibile tra le staffe dove ancorerete le boccole ("X") , la misura delle boccole, con la relativa distanza delle lamiere destra e sinistra ("G"), e la misura di riduzione che dovremmo realizzare con la piega dello schienalino ("K"). Possiamo ommettere l'inclinazione dello schienalino ("R°"), in quanto potremo cercare di recuperarla stringendo le viti sullo schienalino: la lamiera dovrebbe deformarsi da sola. Se l'inclinazione è tanta allora bisogna cercare di seguirla ed eseguire una piega appropriata.

In ogni caso le lamiere vanno disegnate, e se volete risparmiare, fatele direttamente su un CAD per poter creare un DXF da consegnare a chi tagli a il laser.

Di seguito i disegni delle lamiere che ho fatto tagliare al laser e poi successivamente lucidate.

Bloccaggio
Lo sgancio rapido è comodo, ma una sicurezza ci vuole sempre.
Per tenere fisso lo schienale una volta inserito , ho optato per una vite: era la cosa piu semplice e sicura, e in ogni caso con la rimozione di una sola vite per parte ( posizionata in un punto agevole ) si può sganciare lo schienalino abbastanza velocemente.

Per far ciò ho saldato una boccola filettata alla lamiera, in questo modo con una vite dall'esterno si può bloccare il tutto.
la boccole deve essere dello stesso materiale della lamiera per poterla saldare alla lamiera piu saldamente

Altre idee non sviluppate
Ci sono state molte idee nate mentre pensavo a come costruire il mio schienalino, ma non tutte sono state realizzate.

Blocco staffa
Ad esempio pensavo di usare come blocco per le staffe una clip a molla con sfera , molto piu bella della vite, ma piu difficile da reperire e da realizzare.

          

Un altra idea che mi venne in mente, ma non realizzai per questioni di sicurezza, era l'utilizzo di coppiglie a pressione, ma sinceramente non conoscevo la loro resistenza di bloccaggio con le vibrazioni che ha solitamente una moto, quindi abbandonai anche quella ide.



Schienalino guidatore a sgancio rapido
Un altra idea nata quasi in contemporanea era quella di realizzare uno schienalino sgancio rapido anche per il guidatore, ma anche se avevo iniziato a costruirlo , non l'ho mai completato , perchè poi ho avuto un altra idea piu semplice .
Comunque il concetto era lo stesso: delle lamiere sagomate allo stesso modo, un tubolare saldato su di esse , e un sistema di supporto per cuscino regolabile. Onestamente molto interressante, ma troppo complicato da realizzare, non tanto per i pezzi, ma per la necessità di piegare e saldate il tubo montato sulla moto, per poter permettere una perfetta sintonia con il sellino che come ovvio, non sono riuscito a dimensionare a CAD perchè troppo complicato nelle sue forme.
Di seguito comunque qualche immagine, se desiderate approfondire con il progetto , scrivetemi senza problemi all'indirizzo info@sma73.it

    

   


Di seguito un po di materiale da scaricare:
by Marcello Savoldi
Privacy Policy
Torna ai contenuti