modelli custom 2018 - motor

Cruiser and Chopper
Customization
a cura di Marcello Savoldi
Vai ai contenuti
Recensione modelli 2018

Un altro anno è passato e le cose non sono certo migliorate per noi amanti della Custom Culture vecchia scuola; siamo abituati ad una evoluzione stilistica moderata e di poco impatto sulla nostra fantasia di trasformazione , ma già da qualche anno la "specie custom" sta vivendo un periodo burrascoso e pieno di cambiamenti.
Le forme a cui siamo abituati  stanno cambiando e le mode stanno influenzando non poco questo mondo, portando a una trasformazione del concetto custom  in un genere che poi non ci è tanto sconosciuto, sto parlando della nuova mania chiamata Cafè-Racer.
L'espressione della customizzazione è sempre stata maggiormente rappresentata da icone del custom come la Shadow, l'intruder, la Vulcan, il Virago e tutti i generi nati ed evoluti prendendo spunto dalla regina americana HD; ora questa espressione è piu forte nel genere Cafè racer e il mercato, bieco esecutore dei desideri della massa, si è spostato in questo campo dove abbiamo in effetti una grande forza di trasformazione e personalizzazione.
Cosi le grandi case motociclistiche , hanno deciso di abbandonare il segmento custom, eliminandolo in maniera brutale dalla loro brochure e dai listini 2018 tutti i modelli che per anni hanno popolato il segmento. Le grandi giapponesi come Kawasaki, Honda, Suzuki e Yamaha ormai non hanno piu un Custom degno di tale nome nel loro listino, dando spazio a nuovi modelli Cafè racer/scrambler tanto di moda in questo periodo.
Resistono con linee a mio parere piu custom la Guzzi, l'inglese Thriump, e ovviamente l'discussa regina dei Custom Harley Davidson, rimasta ormai l'unica a pasturare il mercato che amiamo tanto.
Vediamo nel dettaglio casa per casa.

Kawasaki

La Kawasaki ha ormai dato chiari segnali circa la sua intenzione di buttare tutte le energie sulle sportive e lasciare il minimo indispensabile sul mercato custom/Cruising .
Troviamo nei listini le ormai vecchie VN900 e VN1700 Voyager e Vaquero giocando solo un pò con i colori per rinfrescare lo stile , ma senza inserire qualche novità che possa stuzzicare l'apetito di chi vuole cambiare. Comunque , nonostante siano sul mercato da ormai un po di anni, restano a mio parere i migliori custom ancora in commercio.
Poi troviamo la giovane Vulcan S, la unica vera novità del segmento, ma che parlandoci chiaro, di custom ha ben poco, con un motore sportivo e ciclistica molto minimalista, quasi a voler sembrare piu una naked sportiva con una guida che ricorda vagamente un custom con sella bassa e pedane leggermente avanzate.
Spunta anche con timidezza la Vulcan 70 , un'edizione speciale di una moto old-stile che rispecchia piu lo stile cafè racer che quello custom e tra parentesi non compare neanche in tutti i listini sotto questo nome, ma possiamo vedere la sua copia pseudo sportiva ( chi è la copia dell'altra e da definire) la Z900RS. Per chi è stato all'EICMA o all MBE la potuta vedere dal vivo, ma non sono sicuro la vedremo in tutti i concessionari.

Honda

La Honda , dopo il grande successo della famiglia shadow, non riesce piu a sviluppare modelli come si deve, anche se sembra che di fantasia ne abbia da vendere.
Abbiamo una CMX500 Rebel , che potrebbe assomigliare ad un bel chopper , basta non analizzarla da vicino. Una moto piccola, accattivante, ma con una cilindrata ridicola, quasi da voler riempire un mercato per neopatentati che vogliono passeggiare in riviera usando un alternativa allo scooter:  Marmitta e motore che non si possono vedere.
Stando in tema di moda, non posso non citare una moto che si presta ad una customizzazione da Cafè- Racer ( ebbene si, anche io mi trovo costretto ad entrare in questo segmento): la CB1100. Bella moto vecchio stile, minimalista e molto customizabile.
Ben apprezzata la generazione Goldwing sempre in continua evoluzione, ma a mio parere un moderno siluro con ruote, sicuramente un macina asfalto, ma il "custom"  necessità di altre forme e la Goldwing la vedo poco sfruttabile per un biker in vena di modifiche cattive.

Yamaha

Se guardiamo il listino Yamaha Europeo toviamo poche moto interressanti per una bella customizzazione: La SCR950 e La serie XV950... se ci spostiamo oltreoceano: WOW... ma come mai in Europa la Yamaha ha deciso di bloccare delle super custom come la nuovissima e mastodontica Transcontinental Star, le accattivanti Raider, Stryker, Bolt e le bellissime V-Star?
Per Dare un occhio a queste stupende motociclette bisogna andare a vedere il sito Americano. Cattiva scelta secondo me! Forse ci sono problemi di omologazione o semplicemente è stata una scelta di mercato... sicuramente indagherò, per ora tuffiamoci con tanta fantasia nelle immagini rubate qui e là.

Suzuki

La Suzuki, la grande regina dei chopper con i suoi miti di VS1400 venduti in tutto il mondo e ancora ricercatissimi, sta adottando una tecnica strana; mentre oltre oceano propone un bel parco moto custom in Europa arriva con un listino custom in cui troviamo la solita Intruder M1800RB rivista un pò nei colori , ma uguale al modello 2017... 2016... etc...
Se ci allarghiamo oltre oceano invece troviamo modelli interesanti, come la Boulevard nelle varie versioni effettivamente fatte bene.
Non ci resta che sperare di vederle anche nei nostri concessionari, per godere anche noi di queste linee veramente custom!

Guzzi
La Guzzi è stata per me sempre un discorso a parte: è un tipo di moto che piace o non piace, lo stile è sempre lo stesso : grosso motore a V con le testate che ti accarezzano le ginocchia.
Niente da dire sui motori , che a mio parere sono sempre formidabili ... ma questa forma.
Lo stile generale delle novità 2018 non è male, la grande MGX è veramente bella e cattiva, curata bene e dal vivo fa la sua porca figura .
E' un peccato abbiano messo in pensione la vecchia California, riproposta solo con la maxi cilindrata 1400 nella versione touring , ma la sua evoluzione  con la V9 non è male, e nella categoria delle "basse cilindrate" si difende bene , con una bella linea e un ottima manegevolezza ( provata all'EICMA) .
Anche la Eldorado ( praticamente la nuova California senza "attrezzatura") entra con grandeinteresse nel mercato Custom.
In ogni caso stiamo parlando dei vecchi modelli 2017 , riproposti tali e quali.

Thriumph

Anche questa volta gli inglesi hanno dimostrato di saperci fare in fatto di stile ; abbandonato anche loro lo stile chopper come l'America e la thunderbird si sono buttati su un Bobber veramente sublime: monosella, minimalista, parafanghi radenti la gomma e dal design generale veramente invitante... un po meno invece il prezzo : piu di 13mila euro per questa belva rifinita nei minimi particolari.
Nel 2018 potremo poi vedere nei concessionari una serie molto bella di cruiser stile cafè old stile dai dettagli veramente interressanti come la speedmaster , la T100, la piccola street twin e la corsaiola Street Cup. Unica pecca di questi modelli è sempre la stessa... i prezzi che risultano paragonabili alle follie delle HD, ma che come quest'ultime tengono il prezzo, quindi la spesa è ben fatta.

Harley Davidson

Tenuta per ultima non certo per importanza., sicuramente l'unica casa produttrice di motociclette che tiene i nostri sogni vivi con un parco moto degno del suo nome.
Inutile mettere i modelli che la casa americana propone nel suo listino, basta semplicemente scorrere il sito ufficiale HD:
Per i commenti poco da dire: bellissimi giocattoli molto costosi, forse per alcuni modelli folli! Manca un po di tecnologia, ma arriverà anche quella, basti pensare alla presentazione della nuova moto elettrica marchiata HD : peccato che questa innovazione non porterà un design custom , ma piu un genere "stradaiolo".

Per ogni ulteriore commento, lamentela o qualsiasi cosa vogliate comunicarmi scrivetemi all'indirizzo : info@sma73.it
by Marcello Savoldi
Privacy Policy
Torna ai contenuti